PERFEZIONE MECCANICA: UNA SOLUZIONE BREVETTATA

/ /

17 giugno 2015

 

Ogni maniglia deve essere perfettamente in armonia con lo stile e la funzione della porta a cui viene abbinata.
Estetica, raffinatezza e stile sono alla base di ogni prodotto di design, ma senza perfezione meccanica, perdono la loro importanza.

Una maniglia fissata non correttamente, una molla che ha parzialmente perso la sua carica, un’usura della guarnizione in nylon o molteplici altri difetti che potrebbero presentarsi compromettono in modo sostanziale la qualità del prodotto.

Il nostro Ufficio Tecnico ha come obiettivo quello di ottenere la massima efficienza e funzionalità da ogni prodotto progettato e creato all’interno dell’azienda.
A tale scopo vengono effettuati internamente studi specifici, prove e test per ottenere dalle nostre maniglie un funzionamento perfetto, nella valutazione di meccanici esperti e professionisti come della nostra officina.

Per ottenere la massima efficienza meccanica di una maniglia è necessario ridurre ai minimi l’attrito. A tale proposito il nostro ufficio tecnico ha brevettato un cuscinetto,  caratterizzato dalla particolarità di essere  monocomponente, realizzato in acciaio inox con molla, sfere e fermo molla integrati, che viene assemblato sulla placca (o sulla rosetta) della maniglia tramite cianfrinatura, che garantisce la massima stabilità ed il perfetto funzionamento di ogni maniglia prodotta. 

Si tratta di quella che è definita una “macchina semplice”, cioè una macchina che serve per aumentare il valore della forza, cambiarne la direzione o aumentare la velocità con cui si esegue un lavoro.
Una macchina semplice non è mai scomponibile in macchine ancora più elementari.
Essere una macchina semplice in meccanica è un grande pregio.
Come dice il nostro Amministratore Delegato Fabio Porro:

“Un pezzo in meno è un pezzo in meno che si può rompere!”

Il cuscinetto brevettato garantisce una maniglia solida e stabile sulla placca (o rosetta), fluida nel movimento di apertura e con un basso coefficiente di attrito.
Il cuscinetto risulta avere dimensioni ridotte per utilizzo su placche “piatte” e rosette di diametro 35 mm, su cui era finora impossibile il montaggio della molla di ritorno.
La maniglia rimarrà sempre allineata con la serratura, perfetta in posizione di riposo anche quando il suo peso è rilevante.

g f t p
0
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.Aggiorna ora

×